Parco Avventura, Jurassic Park, Casa per Ferie, Ostello per la gioventù, sale convegni

Il Palazzo MORASCHI-PIATTI

Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco
Palazzo Moraschi Piatti - Hotel Subiaco

IL PALAZZO MORASCHI-PIATTI

Nel centro storico di Subiaco, in Viale della Repubblica 75/B, si trova Palazzo Moraschi Piatti.
Il palazzo fu eretto dalla famiglia Moraschi, una delle più prestigiose della cittadina, nella primi anni del XIX secolo sulle rovine del Monastero di S.Angelo dei Balzi (o S.Angelo post lacum), uno dei dodici monasteri fondati da S.Benedetto nell’area Sublacense. Adiacente  facente parte del palazzo vi è la Cappella dedicata alla Madonna del Carmine, interessante struttura dalle linee architettoniche neoclassiche, che conservava una bella tela della Vergine di ignoto autore.Le sale del piano nobile del palazzo mostrano alcune interessanti decorazioni ed una sala conserva dipinti dell’artista romano Francesco Gai (1835-1917), pittore, scultore ed architetto, nato da madre sublacense che a Subiaco aveva affrescato anche la cappella cimeteriale della famiglia Moraschi, oggi chiamata, cappella Scarpellini, presso il Cimitero Cittadino.

A questo proposito nel Dizionario Biografico degli Italiani - Volume 51 (1998), scritto da Gabriella Centi alla voce GAI, Francesco si legge ....”Nel 1868 fu impegnato negli affreschi di una sala della villa Moraschi di Subiaco, per la quale aveva ideato una decorazione ispirata alla tela con la Caccia di Diana del Domenichino (Roma, Galleria Borghese): sul soffitto, oggi non più esistente a seguito di un crollo, il Gai aveva dipinto Diana ed Endimione (bozzetto, Roma, collezione privata), alle pareti Diana a caccia, Diana al bagno, Diana assiste alla gara di tiro con l'arco (Autore ignoto, 1963, tavv. 72-80)”. Successivamente la villa passò alla Ditta Alarico Piatti, che agli inizi del secolo, aveva costruito la linea ferroviaria di circa 23 chilometri, Subiaco-Mandela.

Nella notte tra il 18 e il 19 aprile del 1849 il palazzo ospitò il Generale Giuseppe Garibaldi che era a Subiaco per una spedizione punitiva verso la popolazione che aveva dimostrato dissenso verso la Repubblica Romana che sostituiva il potere papalino a Roma e in Italia.
La villa, successivamente, diede accoglienza agli uffici territoriali della Tenenza dei Carabinieri di Subiaco. Per circa 35 anni, l'edificio, il giardino pensile ed il parco, vissero un totale stato di abbandono finchè nel 2006, la Villa fu acquistata dal Comune di Subiaco e dal 1°gennaio 2014 affidata all'Associazione Gli Angeli Onlus per il suo recupero e la sua utilizzazione per fini sociali, umanitari, caritatevoli, culturali nonchèdi ospitalità, seguendo l'ideale della FRATERNITA' UNIVERSALE.
 

 
Proseguendo la navigazione sul nostro sito accetti la privacy policy consultabile dal link nel footer. Il sito utilizza i cookie di terze parti per profilare gli utenti.  Accetta